Lattice

Il Lattice

Definizione: Il lattice (dal latino latex = liquido,) è una sostanza di aspetto lattiginoso e consistenza collosa, generalmente di colore bianco, che si trova in determinate cellule (i laticiferi) di numerose piante superiori (euforbiacee, papaveracee, moracee, ecc.) e nei funghi del genere lactarius. La dizione “schiuma di Lattice” è, invece, utilizzata soprattutto con finalità tecniche e spesso utilizzata dagli addetti ai lavori: i materassi, per esempio, si creano con la schiuma di lattice che è il composto primario (miscela di lattice e aria) per cui è possibile procedere alle fasi della vulcanizzazione per raggiungere il prodotto finito, solitamente ma genericamente, seppur impropriamente, denominato “materasso in lattice”. I regolamenti comunitari europei in merito fanno, effettivamente, riferimento alla sola “schiuma di lattice” per indicare la totalità dei materassi in lattice e quindi non vi è alcuna differenza nell’impiego dei termini tra “lattice” e “schiuma di lattice”.

Origini: Il lattice è un’emulsione complessa. Vi si possono trovare: alcaloidi, proteine, cellule, enzimi, idrocarburi e altre sostanze. La composizione del lattice può variare a seconda della specie o dell’individuo vegetale che lo secerne. La particolare consistenza è da attribuire alla presenza degli idrocarburi.
Le migliori e più pregiate qualità di lattice naturale si estraggono dall’Hevea Brasiliensis nelle foreste tropicali asiatiche, Malesia e Sri Lanka in particolare. Qualità di lattice naturale leggermente inferiori si estraggono anche dall’Hevea Guianensis, dall’Hevea Benthamiana e da altri alberi produttori di lattice. Il lattice possiede straordinarie e naturali caratteristiche anallergiche e antibatteriche.

È in assoluto il materiale naturale più elastico che si conosca

I materassi di lattice fecero la loro prima comparsa oramai molti anni fa, ma nel tempo non hanno fatto altro che incrementare la loro fetta di mercato conquistando un numero sempre maggiore di utilizzatori nel mondo.
I primi prodotti erano di fattura piuttosto rudimentale visto che ancora molto doveva essere scoperto su questo materiale e tendevano a perdere la loro componente acquosa nel giro di non molto tempo e questo ne causava lo sgretolamento.
Con il tempo la tecnica di produzione si è affinata, lo spessore dei blocchi è cresciuto assieme alla loro solidità; i caratteristici buchi di traspirazione sono stati messi su entrambi i lati e pian piano si è giunti al prodotto odierno.

Tessuti

Detto questo è evidente quanto un tessuto sia elemento distintivo e importante per ogni materasso, se infatti può capitare di avere due materassi diversi con lo stesso interno, vorrà dire che dovremo valutare la qualità del tessuto per stabilire il materasso migliore. Un buon materasso deve essere sfoderabile sui 4 lati, deve avere una trapuntatura folta (quanto una trapunta estiva e non come un trapuntino primaverile) e soprattutto deve essere facilmente lavabile in lavatrice senza rischiare il restringimento. Le imbottiture sono solitamente anallergiche e sintetiche, solo in pochi casi si trova il cotone e quasi mai si trova la lana in quanto non lavabile ma, soprattutto, ambiente ideale per la prolificazione degli acari.

La scelta

La scelta del materasso giusto per ognuno di noi non può che passare per accurate prove che ci facciano valutare a fondo le caratteristiche di elasticità ed accoglienza per ogni prodotto. Un buon negozio deve dare la possibilità ai clienti di trovare una scelta di materassi in lattice pronti da provare, poiché ogni persona ha dei propri gusti personali che vanno tenuti in considerazione. Solitamente i prodotti più apprezzati sono quelli a più alta densità, di categoria Firm (ovvero leggermente più duri). Inoltre è importante tener presente che lo spessore del materasso in lattice è una caratteristica fondamentale e una buona regola consiglia di orientarsi su prodotti di 21cm o più centimetri per persone adulte, mentre per bambini o ragazzi anche un 18cm può andare decisamente bene. In ogni caso non è mai opportuno orientarsi su prodotti di spessore complessivo (lastra interna + fodera) inferiore ai 18 cm.

Due aspetti importanti: CALORE E DURATA

Anallergico
Il lattice è una gomma di origine naturale e proprio in qualità di gomma non è terreno fertile per lo sviluppo di acari e batteri. Inoltre i nuclei interni dei materassi in lattice non hanno fisicamente spazio, (come in realtà succede nei materassi a molle) per ospitare accumuli di polvere che poi rappresenta l’ ambiente ideale per la prolificazione dei fastidiosi acari. Se un buon interno in lattice viene poi abbinato ad una buona fodera anallergica e lavabile (ne esistono di lavabili anche a 95°) saremo sicuri di avere un materasso decisamente pulito e anallergico per anni e anni.

Naturale
Quella sulla naturalezza del lattice è una questione abbastanza spinosa e cercherò di renderla il più semplice possibile. Come abbiamo detto l’ origine prima del lattice è naturale, linfa degli alberi appunto. Da quando viene estratto a quando diventa un materasso, però, la sostanza subisce tutta una serie di trasformazioni al fine di renderla adatta a farci riposare bene. Dunque se facessimo un materasso di solo lattice naturale otterremmo un prodotto estremamente fragile e di dubbia qualità. Occorre dire anche che la ricerca è stata in grado di creare una proteina sintetica del tutto UGUALE a quella del lattice, utilizzata per la fabbricazione dei materassi che aiuta a preservare la popolazione di alberi della gomma in sud-america, materiale di cui alcune case fanno vanto (Pirelli). In linea di massima parlando di lattice (e non di poliuretano espanso, importante) possiamo distinguerne due di versi tipi: Il lattice naturale e il lattice 100% di origine naturale. Il primo è quello più comune, non presenta controindicazioni, non è tossico e offre un comfort e una durata nel tempo invidiabile, il secondo ha per legge una quantità superiore all’ 85 % certificata di prodotto naturale nella mescola e ne deriva un prodotto uguale in tutto e per tutto all’ altro, ma con una durata nel tempo lievemente inferiore a fronte di un prezzo d’ acquisto enormemente superiore. Il mio consiglio è quello di non sottilizzare sulla percentuale di prodotto naturale del materasso perchè l’ importante è che si stia parlando di lattice, i due sono esattamente identici, nessuno saprebbe distinguerli e i vantaggi e i benefici dei due materiali sono gli stessi mentre i vantaggi e i benefici di un materasso 100% di origine naturale rispetto ad uno normale NON ESISTONO. Ad ogni modo sappiate che non troverete mai, su un comune materasso in lattice, una documentazione sull’ effettiva percentuale di naturale in esso contenuto, quindi il mio consiglio è quello di non sottilizzare su questo argomento arrovellandosi sulle differenze tra i due prodotti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi